Un viaggio è piacevole quando è confortevole. Vale per qualunque mezzo di trasporto e vale ovviamente per gli pullman a lunga percorrenza. Ma quali sono i migliori posti per viaggiare in autobus? La risposta è, come sempre, dipende: da cosa ci si aspetta durante il viaggio, dalle proprie abitudini e, in fondo, dai timori che si hanno rispetto ai trasferimenti.

Che posti scegliere in autobus

Vediamo allora quali posti scegliere per un viaggio di molti chilometri in autobus.

Se si soffre di chinetosi, o mal d’auto, e questo può avvenire anche in autobus, conviene assolutamente sedersi nei posti davanti, per poter fissare l’orizzonte e avere un’ampia visuale. Questo, insieme ad altri piccoli accorgimenti che si possono leggere qui, aiuta a soffrire meno durante il viaggio ed evitare la nausea.

Se si intende riposare o magari anche appisolarsi e dormire sono preferibili i posti vicino al finestrino, dove non si rischia di essere disturbati da chi passa nel corridoio o dal viaggiatore adiacente che dovesse alzarsi durante il viaggio.

C’è poi tutto il tema relativo alla sicurezza: premesso che, stando alle statistiche, l’autobus è il più sicuro tra i mezzi di trasporto su strada, e che laddove siano presenti bisogna sempre allacciare le cinture di sicurezza come spiegato qui, ci sono senza dubbio dei posti che, in caso di incidente, possono risultare più sicuri. Occorre partire dall’analisi del tipo di impatto eventuale, che potrebbe essere frontale, davanti o dietro, o laterale, e prevedere anche il caso di ribaltamento: da ciò, e da uno studio dell’Università di Buffalo pubblicato dal magazine Livescience, i posti più sicuri in caso di incidente sono quelli centrali lato corridoio.