Le spiagge venete, il tratto di costa che comprende i comuni di Jesolo, Bibione, Rosolina Mare, Caorle, Chioggia ed Eraclea, sono una meta turistica estiva molto frequentata (anche solo per il weekend) da diverse tipologie di turisti, dalle famiglie con bambini ai giovani, dalle coppie agli anziani. Rinomate per la sabbia dorata, l’acqua pulita premiata regolarmente con le Bandiere Blu, e per la qualità della ricettività, le località delle spiagge venete permettono di vivere la vacanza estiva a 360° con anche molte proposte alternative alla tradizionale vita da spiaggia.

Cosa fare in vacanza in estate nelle spiagge venete

Una vacanza in estate nelle spiagge venete non significa solo vita da mare, per quanto le lunghe e ampie spiagge di sabbia fine, i numerosi stabilimenti balneari di qualità, la presenza di arenili liberi, l’acqua pulita e il fondale che digrada lentamente invoglino a godere appieno dei piaceri balneari. Vediamo allora alcuni spunti su cosa fare in vacanza in estate a Jesolo, Bibione, Rosolina Mare, Caorle, Chioggia ed Eraclea.

Visite e degustazioni alle cantine vinicole

Il Veneto è terra di vini, e anche l’entroterra orientale che si trova alle spalle delle località delle spiagge venete non manca di cantine vinicole e vitigni da visitare, magari con un tour guidato, per degustazioni e assaggi di prodotti tipici, magari per un aperitivo diverso dal solito, e l’acquisto di bottiglie a km 0.

Una visita a Venezia

Tutti sognano di visitare Venezia almeno una volta nella vita. E cosa c’è di meglio che spezzare il ritmo di una vacanza al mare con una gita di un giorno in laguna? Dalle spiagge venete ci sono collegamenti diretti, frequenti e quotidiani con Venezia che permettono di andare a passeggiare tra le calli, ammirare piazza San Marco, regalarsi qualche ora in gondola sui canali e godere della bellezza unica della città lagunare.

Noleggiare una barca

Sì ma non per andare in mare ma per risalire un fiume: a San Donà di Piave ci sono diversi operatori di noleggio barche elettriche che si possono guidare in autonomia senza patente nautica e con le quali risalire il fiume Piave per una ventina di chilometri, fin dove è navigabile, oppure scendere verso la foce a Cortellazzo o ancora navigare il vecchio corso fino a Jesolo Paese. Un modo diverso e rilassante di conoscere il Parco Fluviale di San Donà di Piave.

Passare una giornata ad Aqualandia

Come anche in Romagna e un po’ in tutte le località di mare più frequentate in Italia anche a ridosso delle località delle spiagge venete non mancano i parchi divertimenti ma se ce n’è uno imperdibile questo è di sicuro Aqualandia, il più grande parco acquatico d’Europa con attrazioni come lo Spacemaker, lo scivolo di 42 metri più alto del mondo percorso a velocità intorno ai 120 km/h oppure il bungee jumping, da una torre di 60 metri d’altezza o ancora il ponte tibetano da attraversare alla Indiana Jhones.

Spa e relax

Il Veneto è anche terra di acque termali, da Abano Montegrotto a Recoaro, ma l’ultima nata tra le destinazioni wellness della regione è Bibione Terme, dove trovare, a due passi dalla spiaggia, non solo le classiche terapie riabilitative ma anche i più moderni percorsi relax e di remise en forme per i grandi e, per le famiglie, la presenza anche di giochi d’acqua dove far divertire i bambini.

Come raggiungere le località delle spiagge venete

Oltre che con il proprio mezzo c’è un modo comodo, economico e rilassante per raggiungere le località delle spiagge venete come Jesolo, Bibione, Rosolina Mare, Caorle, Chioggia ed Eraclea: Autostradale infatti, tra le proprie linee turismo, prevede numerosi collegamenti verso queste località con la comodità di poter arrivare a ridosso della propria destinazione alberghiera o residenziale grazie alle numerose fermate effettuate in ciascuna cittadina: per maggiori informazioni si può cliccare qui.