Venezia è una città relativamente piccola e però c’è un’opera d’arte, un capolavoro, uno scorcio romanticamente imperdibile a ogni passo e ogni angolo per cui per chi vuole vedere Venezia in un weekend (magari come intermezzo di una vacanza nella zona delle spiagge venete) si impongono necessariamente delle scelte. Un itinerario romantico, quello classicamente artistico, un tour più a vocazione gourmet, quello sulle location dei set cinematografici, quello dei ponti o magari, più semplicemente, perdersi per calli e campielli ad ascoltare, respirare e vivere l’atmosfera della Venezia più autentica: sono molti i percorsi di visita nella città lagunare da fare in un weekend, e forse la cosa migliore è proprio tornarci regolarmente, per scoprire ogni volta qualcosa di nuovo.

Weekend romantico a Venezia

Un weekend romantico a Venezia non può prescindere dai ricordi più iconici della città lagunare: immancabile la tappa in Piazza San Marco, e inevitabile anche sedersi allo storico Caffè Florian, il locale simbolo della città (con prezzi decisamente sopra la media, ma in certe occasioni non si bada proprio a spese) così come, per far colpo sul/la partner, si può fare una tappa al bar Do Spade, nell’omonima calle, dove era solito incontrare le sue amanti il grande seduttore Giacomo Casanova. Ovviamente un weekend romantico a Venezia non può prescindere dal tour in gondola, meglio se al tramonto, e dall’immancabile passaggio sotto il Ponte dei Sospiri, che un tempo eran quelli dei carcerati e oggi son quelli degli innamorati che chiedono che il loro amore duri in eterno.

Venezia da film

Non solo in occasione della Mostra Internazionale di arte Cinematografica, ma in ogni occasione può essere divertente e stimolante andare a scoprire gli angoli, più o meno noti, di Venezia che hanno fatto da set cinematografico. Anonimo Veneziano per esempio, con le passeggiate sotto i portici di Rialto da fare magari al mattino molto presto, quando l’atmosfera è più intima, o il Casanova del 2005 con Jeremy Irons la cui prima scena è ambientata sull’Isola di San Giorgio (mentre quello di Fellini del 1976 fu girato… a Cinecittà!). Anche 007 è stato di casa a Venezia, in particolare nel titolo The Italian Job del 1976 (con Roger Moore nei panni di Bond) in cui si vedono benissimo due gemme poco note di venezia, lo Squero di San Trovaso, una tradizionale officina di riparazione delle barche, e la Barca del Fruttivendolo, un vero negozio di frutta e verdura che da secoli si trova tra Campo Santa Margherita e Campo San Barnaba. Altri tour cinematografici per un city break? Ne trovate alcuni qui.

Venezia gourmet

Venezia è ormai così fortemente turistica che è davvero difficile sfuggire ai menu trappola per turisti. E tuttavia se questo fenomeno, come in altre città turistiche, ha abbassato il livello medio della ristorazione, non ha intaccato quegli indirizzi che chi ha il palato educato conosce molto bene. E così anche a Venezia un tour gourmet non può che cominciare dal mercato di Rialto, dove veneziani doc e turisti si mischiano alla ricerca dei prodotti giornalieri e di stagione nelle due grandi aree dell’erbaria e della pescheria.

Il top della ristorazione di Venezia è probabilmente Quadri, dei fratelli Alajmo, 1 stella Michelin praticamente in Piazza San Marco, ma merita una cena sicuramente anche da Aman Canal Grande Venice nello storico Palazzo Papadopoli, dove Davide Oldani fa il consulente culinario creativo per un menu di 8 portate che varia durante l’anno, e il Dopolavoro by Perbellini, altra stella Michelin, sull’isola delle Rose.

Se amate i weekend food & gourmet, potete trovare altre ispirazioni leggendo qui.

Venezia contemporanea

Non ci si stancherebbe mai di ammirare il patrimonio storico-artistico di Venezia, e probabilmente non basta una vita per conoscerlo tutto, e tuttavia per una variazione sul tema si può pensare a un tour nell’arte contemporanea di Venezia, cominciando ovviamente dalla Collezione Peggy Guggenheim, il più importante museo italiano per l’arte occidentale del XX secolo, facendo una puntata al celebre e contestato Ponte della Costituzione dell’architetto Santago Calatrava e ovviamente non perdendo la Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro.

Se infine amate l’arte contemporanea, ecco le più belle città in tema da visitare in Europa: qui.