A Londra ci sono talmente tante cose da vedere che forse non basterebbe una vita, figuriamoci un weekend. Ma insomma, se siamo turisti e abbiamo deciso di concederci un city break e passare un weekend lungo, magari con un po’ di venerdì o di lunedì attaccati, Londra è senza dubbio tra quelle mete che non stancano mai e regalano sempre qualcosa di nuovo da vedere. Tradizionale o futuristica, british o internazionale, rilassata o frenetica, alla moda o altezzosamente fuori moda, Londra ha innumerevoli volti da mostrare a chi la vuole scoprire. Ma cosa vedere a Londra in un weekend? Dipende dai gusti personali e da quale suo lato si vuole scoprire.

Londra: cosa vedere in un weekend

Se è la prima volta che si sbarca a Londra, anche solo per un weekend, non si può non cominciare dal suo simbolo, il Big Ben: basta prendere la metropolitana e uscire dalla stazione di Westminster e lo si trova davanti agli occhi. Questo è il cuore tradizionale di Londra, con l’omonima abbazia (sì, dove sono stati incoronati tutti i membri della monarchia inglese e dove si svolgono tutti i funerali e i matrimoni), i parchi più belli della città come Regents Park, Hyde Park, Green Park e St. James Park, e anche solo attraversarli fa sentire davvero londinesi, magari per andare a Buckingham Palace ad assistere al tradizionale cambio della guardia.

Londra come i londinesi

Se si vuole visitare Londra e sentirsi un po’ come i londinesi, almeno per un pomeriggio, si può puntare in metropolitana verso Piccadilly Circus, la Times Square d’Europa e uno dei luoghi perfetti per un selfie da condividere sui social,e da qui cominciare a passeggiare in una delle aree più animate per il tempo libero dei londinesi: in tutto relax, prendendosela comoda, ci si può aggirare tra Leicester Square, Covent Garden e Soho osservando i negozi, fermandosi per un tè, ammirando gli edifici vittoriani e respirando l’aria tipicamente londinese di questo quadrilatero.

Londra alternativa

Se conoscete già i must della capitale britannica, c’è sempre e comunque un buon motivo per passarvi un weekend, magari per andare alla scoperta della Londra alternativa. In questo caso non si può non cominciare da Camden Town, uno dei più famosi mercati alternativi d’Europa nonché di numerosi negozi creativi e di design. Altra zona davvero interessante per scoprire le nuove tendenze è la zona di Shoreditch, con i suoi ristoranti indiani, le panetterie che sfornano begel, l’immancabile mercato di Brick Lane e i pub dove a pranzo mangiare il mitico (per gli inglesi) Sunday Roast.

Altra zona alternativa molto interessante, perché moderna e in continua evoluzione, è tutta l’area di South Bank, a sud del Tamigi, dove si trovano la Tate Modern e il London Eye ma anche il Globe di Shakespeare, la replica dell’omonimo teatro costruito nel 1599 dalla compagnia teatrale a cui apparteneva William Shakespeare.

Shopping a Londra

Francamente, non ci sarebbe bisogno di dare consigli per fare shopping a Londra perché la capitale inglese è anche la capitale dello shopping: negozi, boutique e grandi magazzini sono ovunque, su ogni strada, aperti da mattina a sera ogni giorno, tuttavia la via dello shopping per eccellenza, soprattutto per le ultime tendenze della moda street e per i giovanissimi, è senza dubbio Oxford Street, la strada del consumismo per eccellenza. In alternativa si può andare oltre Brick Lane, nella zona dell’East End: un tempo distretto povero e popolare della città, ora in piena fase di rinnovamento come testimoniano i grattacieli di Canary Wharf, vi si possono trovare boutique di stilisti e creativi dove fare buoni affari acquistando pezzi unici da sfoggiare al rientro a casa.

Bere birra in un pub di Londra

Piaccia o meno, bere una birra in un pub di Londra è quanto di più british possa fare un turisti nella capitale inglese. Ce ne sono migliaia ma siccome sono una vera istituzione britannica può valere la pena recarsi un un vero pub storico come il Mayflower Pub, al numero 117 di Rotherhithe Street, in un bell’edificio settecentesco proprio davanti al Tamigi, il Queens Head Pub a Soho (66 Acton Street) dove mangiare fish and chips e pie alla carne e poi ascoltare musica al piano interrato bevendo ovviamente ottime birre, o il Blackfriar Pub, non lontano dalla Tate Modern, un vecchio convento dai soffitti affrescati e dall’atmosfera tipicamente inglese che staglia in mezzo a edifici decisamente moderni.

Come raggiungere Londra per un weekend

Bastano poco meno di 2 ore per volare da qualunque città italiana a qualunque aeroporto della capitale britannica, e per andare in centro dalla scaletta dell’aereo non c’è niente di meglio di un comodo ed economico collegamento in autobus come quelli proposti da Autostradale per esempio dall’aeroporto di Stansted con arrivo in Liverpool Street, Baker Street, Stratford o Victoria Coach Station.