Gli shopping center sono i moderni templi di una moderna religione, quella dello shopping: non più anonimi prefabbricati ma gioielli di architettura firmati da archistar che puntano soprattutto a far vivere un’esperienza gratificante e piacevole a chi ama passare il proprio tempo libero tra negozi e boutiques. Ormai le shopping destination sono un trend fortissimo nel turismo breve, quello dei city break, che abbina a una giornata intera in questi mall ad altro tempo passato nei distretti dello shopping cittadino.

Le migliori shopping destination in Europa

Vediamo allora le migliori shopping destination in Europa, gli shopping center imperdibili per qualunque addicted e le vie da frequentare per trovare ciò che non si sapeva di cercare.

Parigi: Galeries Lafayette

Galeries Lafayette + Parigi = shopping. Il department store di Boulevard Haussmann è ormai da decenni sinonimo di shopping e non c’è turista che visiti Parigi che non ci faccia almeno una capatina veloce per dare una occhiata al celeberrimo stile francese. Tutti i marchi e le maison d’oltralpe sono praticamente presenti, e fare acquisti qui è sempre qualcosa di speciale, anche solo per l’ambientazione così chic.

Ma lo shopping a Parigi non si limita alle Galeries Lafayette: Faubourg Saint-Honoré è il cuore della Parigi più fashion, con le più belle boutiques della città. Il Marais è un altro quartiere dove ammirare vetrine, qesta volta soprattutto dei suoi negozietti vintagecosì come St-Germain-des-Pres è molto nota per i negozi di arredamento.

Milano: Galleria Vittorio Emanuele

Nessun dubbio, Milano è la capitale dello shopping in Italia e tra le destinazioni preferite dai turisti di tutto il mondo, anche in estate: è la città della moda, e non solo per i negozi che affacciano in Galleria Vittorio Emanuele ma anche, se non soprattutto, per le vie del Quadrilatero della Moda, da Via Montenapoleone a Via della Spiga, con i monomarca di Gucci, Prada e Valentino. Per qualcosa di più abbordabile economicamente ci sono Corso Venezia, La Rinascente, e Corso Buenos Aires, la shopping street più lunga d’Europa.

Londra: Harrods

Come le Lafayette a Parigi, anche Harrods a Londra è sinonimo di shopping: il department store di Brompton Road in Knightsbridge è tappa obbligata per qualunque turista si rechi a Londra, anche per l’ennesima volta, perché non c’è niente di più londinese che fare un acquisto da Harrods e tornare a casa con le sue iconiche shopping bag, soprattutto sotto Natale.

Ma nella capitale inglese ci sono tante altre occasioni per fare acquisti, da Oxford Street, molto popolare con i suoi negozietti di souvenir, e catene come John Lewis e Debenhams, alle vie del lusso come Bond Street o Mayfair con le vetrine di Tiffany, Burberry e Louis Vuitton. Un altro shopping center che merita una visita è Westfield, con le insegne di Jimmy Choo, Ted Baker e All Saints, mentre per qualcosa di “molto pittoresco” c’è sempre Carnaby.

Bruxelles: Royal Galleries

La capitale belga e cuore dell’UE è diventata una delle nuove mete imperdibili in Europa, anche per lo shopping: la Royal Galleries, costruita a fine Ottocento, è tra gli shopping center più in voga del momento, ma per scovare qualcosa di unico ci sono anche rue Neuve, Chaussée d’Ixelles, avenue Louise e rue Bailli.

Barcellona: Las Arenas

Dimenticare le Ramblas: l’indirizzo dello shopping a Barcellona è Las Arenas, lo shpping mall in Plaça d’Espanya, davanti alla Fira Montjuic: un tempo era luogo di corride, ora un edificio moderno ricco di boutiques delle migliori firme. al di fuori di Las Arenas l’indirizzo dello shopping catalano è Passeig de Gracia, il viale su cui affacciano le vetrine di Rolex, Chopard, Cartier e Armani, o, per qualcosa di più accessibile El Corte Ingles, il department store spagnolo per antonomasia.

Vienna: Gazompeter

Il vecchio gasometro di Vienna riadattato da un team di archistar a tempio dello shopping mitteleuropeo: è il Gazompeter, con numerosi appartamenti di lusso, una event hall e una infiinità di negozi in cui fare acquisti. Tra le vie dello shopping a Vienna invece non si può dimenticare Mariahilfer Straße con tutte le sue vetrine, ma anche Landstraßer Hauptstraße, e Favoritenstraße.