Budapest, Bath, Spa e Pamukkale sono solo alcune delle più belle città termali da visitare: dalla Spagna alla Turchia, dal mare all’alta montagna, dalle metropoli alle piccole cittadine a misura d’uomo, e ancora da quelle gratuite, o pubbliche, a quelle private, sono numerose le destinazioni termali, o mete con Spa e Thermae, da raggiungere per una vacanza di relax e wellness.

Le più belle città termali da visitare

E allora vediamole, non necessariamente per ordine di importanza, le più belle città termali e mete wellness dove andare per una vacanza di relax e coccole.

Budapest, Ungheria

Ebbene sì, la capitale ungherese è fin dall’antichità una delle città termali più rinomate. Oggi sono due le esperienze imperdibili da fare a Budapest: una sono gli incantevoli Bagni Széchenyi, che da sempre sono la piscina termale pubblica della città, l’altra una giornata ai bagni Gellert, nell’omonimo hotel, un gioiello architettonico di inizio Novecento dove l’acqua sgorga anche a 48°C. E poi a Budapest si beve anche ottima birra e ci sono interessanti nuovi musei da visitare.

Bath, Inghilterra

Il nome dice già tutto: in questa bella cittadina ad appena 2 ore di auto da Londra ci sono le rinomate Thermae Romanae, l’unica fonte termale calda del Paese costruite dai Romani oltre 2000 anni fa e dove farsi coccolare all’aperto.

Spa, Belgio

Leggenda vuole che il nome derivi dalla locuzione latina Salus Per Aqua che è poi diventata sinonimo di centro benessere e termale. Di fatto comunque Spa, a 35 km da Liegi, in Belgio, è una bella cittadina costellata di sorgenti termali calde e frequentata da secoli per le numerose possibilità di dedicarsi al relax e alle cure termali.

Pamukkale, Turchia

Pamukkale è nota principalmente per essere una meraviglia della natura, con le sue terrazze di calcare bianco dichiarate patrimonio Unesco fin dagli anni Ottanta. E in quelle terrazze sgorgano anche getti d’acqua calda (anche a 96°C) in cui immergersi e godere del più celebre complesso termale della Turchia. Attenzione però: per non rovinare il bianco del calcio è vietato camminare calzando ogni tipo di scarpa o calzatura: entra rigorosamente a piedi nudi.

Dorres, Francia

Località termale meno nota delle precedenti ma non per questo meno affascinante: questa piccola cittadina nel parco regionale dei Pirenei catalani, al confine con la Spagna, è nota come località termale fin dall’epoca romana, ed è meraviglioso immergersi nelle sue acque calde ammirando il paesaggio montano che circonda le terme, in particolare in inverno quando tutto è coperto dalla neve.

Leukerbad, Svizzera

Le sorgenti termali più alte d’Europa si trovano a Leukerbad, in Svizzera, dove alle Alpentherme Spa l’acqua sgorga alla termperatura di 51°C direttamente dalla sorgente di St. Laurent: esperienza indimenticabile in ogni stagione, ma il top è in inverno quando intorno ci sono le Alpi innevate. Una delle terme di montagna da provare almeno una volta.

Grindavík, Islanda

Grindavík è un piccolo centro sulla penisola di Reykjanes, a 40 km da Reykjavík, ed è ormai noto come la Blue Lagoon d’Islanda, un vero e proprio lago termale dall’acqua blu brillante e dalle acque che sgorgano alla temperatura di 39°C: una di quelle esperienze da fare almeno una volta nella vita.