Una vacanza è un’occasione di piacere, e tra i piaceri in cui indulgere ci sono anche quelli del palato. I tour gastronomici sono ormai un ottimo motivo per viaggiare, andando alla scoperta di sapori e cibi nuovi, diversi, stimolanti. Ma c’è anche un alimento che nuovo non è, e che tuttavia è capace di suscitare sempre emozioni e sensazioni nuove: il cioccolato. I chocolate lovers sono una tribù particolare nella grande comunità dei food lovers, perennemente alla ricerca di maestri cioccolatai capaci di dare interpretazioni nuove, inaspettate e vibranti al cibo degli dei. Ci sono città, regioni e località che il cioccolato lo conoscono e lo trattano meglio di altre, come quelle di questi 7 viaggi per chi ama il cioccolato.

Bruxelles, Belgio

Bruxelles per molti non è solo la capitale del Belgio, o dell’Unione Europea, ma è soprattutto la capitale mondiale del cioccolato: non solo ci sono più cioccolatieri qui, per metro quadro, che in ogni altra parte del mondo, ma anche ci sono due nomi che nel mondo degli appassionati di cioccolato rappresentano il meglio del meglio: Godiva e Leonidas. Tra le boutique cioccolataie da non perdere ci sono nomi come Passion Chocolat, Jean Galler, Wittamer, Pierre Marcolini o Mary, la gran dama del cioccolato fin dal 1919 e fornitore ufficiale della famiglia reale belga. E poi è quasi un obbligo fare una visita al ​​Musée du Cocoa et du Chocolate per scoprire la storia di questo dolce.

> Bruxelles è anche un’ottima meta per lo shopping e ovviamente per la birra.

Parigi, Francia

Parigi è una delle capitali gastronomiche del mondo, con una offerta di ristorazione con pochi eguali. E tra ristoranti e bistrot ci sono anche oltre 300 indirizzi per gli appassionati di cioccolato, tra boutique indipendenti e grandi nomi dell’arte cioccolatiera. Quando andare a Parigi per scoprirne l’arte di lavorare il cioccolato fondente? Ma in occasione del World Choccolate Masters, i campionati mondiali dei maestri cioccolatieri ospitati dal Salon du Choccolat, che si tiene ogni anno tra fine ottobre e inizio novembre.

> E poi Parigi è piena di bellissimi parchi urbani, una meta romantica perfetta per gli innamorati ma anche a misura di single, e ricca di interessanti musei d’arte da visitare.

Barcellona, ​​Spagna

Non deve sorprendere che gli spagnoli, e i catalani in particolare, siano stati i primi europei a scoprire il cioccolato appena portato dal Sud America: basta andare al Museu De La Xocolata per scoprire la prima macchina per la produzione del cioccolato qui costruita nel 1780. Il Museo è il punto di partenza perfetto per una degustazione da far proseguire poi nelle boutique cittadine.

> Barcellona è anche perfetta da visitare in bicicletta.

Colonia, Germania

Colonia e cioccolato non sono due termini che uno assocerebbe in modo automatico, eppure qui c’è la sede della Stollwerck, un tempo il secondo produttore mondiale di prodotti a base di cioccolata, e soprattutto l’Imhoff Stollwerck Museum, più banalmente il museo del cioccolato come lo chiamano gli abitanti della città tedesca: è stato il sogno di Hans Imhoff ed è tra i migliori musei in cui scoprire tutto sulla storia e la lavorazione del cioccolato (e ammirare la sua gigantesca fontana di cioccolato).

Zurigo, Svizzera

Dici cioccolato e pensi Svizzera, e non c’è posto migliore per gli amanti del cioccolato al latte di Zurigo, il cuore della produzione di un paese che ha il maggior consumo pro capite di cioccolata al mondo. Una delle principali attrazioni della capitale elvetica è la fabbrica di cioccolato Lindt & Sprungli con il suo museo che racconta la storia della compagnia, un tour divertente e un sacco di degustazioni gratuite di cioccolato. Ma per qualcosa di davvero hors categorie bisogna andare sulla Bahnhofstrasse, la strada più costosa di Zurigo, dove accanto ai marchi della moda come Chanel e Louis Vuitton ci sono alcuni dei migliori produttori di cioccolato del mondo (compreso Teuscher, con i suoi leggendari Champagne Truffles realizzati con Don Perignon, crema al burro e ganache scura).

Villajoyosa, Spagna

Un indirizzo per veri intenditori, dove il profumo del cioccolato permea ogni via: la “città del cioccolato”, nella comunità autonoma valenciana, è una delle destinazioni storiche e prestigiose degli amanti del cioccolato, che si dirigono come prima cosa da Valor Chocolate, maestri cioccolatieri fin dal 1881. La fabbrica si trova in una “finca” di campagna del XIX secolo dove c’è anche un museo che spiega come il cacao sia arrivato qui dall’Ecuador e dal Venezuela nel XVIII secolo e organizza anche tour gratuiti delle boutique e dei locali che vendono cioccolato.

Londra, Inghilterra

A Londra il cioccolato di alta gamma è una scoperta abbastanza recente ma nomi come Paul A. Young, Rococo, e Hotel Chocolat si sono conquistati un posto di riguardo nell’elite della cioccolateria mondiale: niente a che vedere con la tradizione iper dolce del passato, ma ricerca estrema degli ingredienti migliori e naturali.

> Già che si è a Londra perché non scoprire anche tutte le altre cose che si possono vedere in un weekend?