Sciare a Pasqua? Tecnicamente sì, si può, anche perché praticamente tutte le maggiori località sciistiche tengono normalmente in funzione i propri impianti fino ai ponti di Primavera, e quest’anno dal venerdì Santo del 19 aprile a potenzialmente domenica 5 maggio è praticamente una vera e propria vacanza per cui con 7 giorni di ferie se ne possono fare ben 16 lontano da casa. Poi però non bisogna dimenticare che Pasqua quest’anno è oltre la metà di aprile e nelle località a una quota relativamente bassa il rischio che non ci sia più neve, o che anche quella programmata sia davvero pessima, è molto alto. Tuttavia sulle Alpi non mancano le località dove andare a sciare a Pasqua per godere dell’ultima neve dell’anno prima di dedicarsi anima e corpo al mare, alla sabbia e all’estate.

Dove andare a sciare a Pasqua

Esclusi gli Appennini, compreso molto probabilmente l’Abruzzo anche se sulla neve naturale di Campo Imperatore si scia sino al 1° maggio 2019, e anche le prealpi, per andare a sciare a Pasqua bisogna scegliere località con piste in alta quota, meglio ancora se sui ghiacciai, oppure esposte principalmente a nord e in ombra, una conformazione che potrebbe aver preservato la neve fino a oltre la metà di aprile.

A Breuil Cervinia per esempio la chiusura degli impianti è prevista per il 5 maggio, con le piste oltre i 2500 metri, che vanno fino al Plateau Rosà (e fino ai 3900 metri del versante svizzero) che sono ancora sicuramente innevate. Situazione simile al ghiacciaio Presena, dove gli impianti chiuderanno il 19 maggio, e dove ora si arriva molto più comodamente con la comoda cabinovia che collega il Passo Paradiso e il ghiacciaio e la nuova Capanna Presena ai piedi della pista che corre sulle nevi perenni. Sempre in Lombardia anche a Livigno si scia fino a maggio, anche perché le piste sfiorano i 2800 metri e la temperatura è notoriamente sempre più bassa rispetto alle altre località alpine.

In Alto Adige si può sciare fino all’inizio di maggio a Solda, dove l’area sciabile sale fino ai 3200 metri, e in Val Senales, dove la funivia porta oltre i 3000 metri di quota sul ghiacciaio dove si trova la parte alta del comprensorio.

Nelle bellissime Dolomiti purtroppo gli impianti chiudono verso fine marzo o dopo il primo weekend di aprile, con l’eccezione della skiarea Passo Fedaia – Marmolada con gli impianti che riaprono fino al 5 maggio e permettono di sciare in tutto il ponte di Pasqua, magari facendo base a Canazei.