Mangiare la vera carbonara a Roma non dovrebbe essere difficile visto che se c’è un piatto tipicamente romano, ancor più che laziale, è proprio questo. E non si pensi che la carbonara sia un piatto tradizionale, perché la sua invenzione è relativamente recente: leggenda vuole che la pasta alla carbonara sia nata durante il periodo della Liberazione, quando i soldati americani univano ciò che avevano nelle razioni come il bacon, che altro non è che pancetta affumicata, con le uova e gli spaghetti. Il che spiegherebbe anche perché nella carbonara va bene anche la pancetta mentre per l’amatriciana è di rigore il guanciale. Di fatto, è nel primo dopoguerra che i ristoratori romani cominciano ad affinare la ricetta della pasta alla carbonara, piatto che ogni anno viene celebrato in tutto il mondo il 6 aprile nel Carbonara Day. E allora quale migliore occasione di questa per un weekend a Roma a mangiare la vera carbonara?

Dove mangiare la vera carbonara a Roma

Escluse le trappole per turisti, da cui stare alla larga e che sono tutto sommato facilmente riconoscibili dai menu che comprendono anche spaghetti bolognese e dai buttadentro all’esterno del locale, a Roma non c’è che l’imbarazzo della scelta per mangiare la vera carbonara. E se la cosa migliore sarebbe mangiarla in qualche casa romana da generazioni, magari durante il pranzo della domenica, ci sono anche indirizzi per tutti i gusti, e tutte le tasche, dove andare a mangiare la carbonara.

Pasta a carbonara da chef

Ci sono chef a Roma che hanno legato il proprio nome e la propria fama a questo piatto, e che sono seguiti dal pubblico gastronomico come dei guru, indipendentemente dal ristorante nel quale si trovano – temporaneamente – a mostrare la propria arte. Luciano Monosillo, Arcangelo Dandini, Andrea Dolciotti al Pigneto 1870, sono i campioni indiscussi della vera carbonara da chef.

Trattorie dove mangiare la carbonara a Roma

Oltre agli chef, ci sono anche innumerevoli trattorie dove mangiare la carbonara a Roma. Location popolari, clima famigliare, e una carbonara come tradizione raccomanda. Nomi come Mamma Angelina, Da Danilo all’Esquilino, con mamma e figlio in cucina, Flavio al Velavevodetto, a Testaccio o Dal cavalier Gino accanto al Parlamento sono tra gli indirizzi più tradizionali in cui mangiare carbonara e respirare romanità.

Ristoranti di tendenza dove mangiare la carbonara a Roma

Proporre la carbonara non significa necessariamente avere le foto di Aldo Fabrizi e Alberto Sordi alle pareti. Anzi, ci sono anche alcuni ristoranti di tendenza dove mangiare la carbonara a Roma, come Lo’Steria, Enzo al 29, locale storico ma rinnovato nella squadra di lavoro, Santo Palato, che ha aperto nel 2017 per celebrare in modo moderno il mito del quinto quarto, Trattoria Pennestri a Ostiense, insieme alla bottega di Egidio Michelis dentro al Mercato Centrale della Stazione Termini (comodissimo anche per chi arriva in aereo e prende l’autobus sia da Ciampino che da Fiumicino e non vuole rimandare il primo contatto con un bel piatto di spaghetti o rigatoni alla carbonara) sono probabilmente gli indirizzi più interessanti per unire il rigore filologico della ricetta a una impostazione più moderna e di tendenza del servizio.

La carbonara stellata: dove mangiarla a Roma

C’è infine, per chi se lo può permettere, un ristretto numero di ristoranti dove mangiare la carbonara stellata: ovviamente Heinz Beck a La Pergola, l’unico 3 stelle di Roma all’interno del Rome Cavalieri Waldorf Astoria, Antonello Colonna, lo chef ufficiale della presidenza del consiglio dei ministri in occasione dei ricevimenti ufficiali e dal 2007 all’Open Colonna all’ultimo piano del Palazzo delle Esposizioni, e Massimo Viglietti, il rocker anarchico di Achilli al Parlamento, sono i 3 indirizzi imperdibili per chi cerca una carbonara da guida Michelin.