Fare le vacanze in bicicletta piace sempre di più non solo agli incalliti cicloturisti ma anche a chi sceglie di portarsi da casa la propria bicicletta come mezzo privilegiato, green e lento di andare alla scoperta del territorio. Non è infatti indispensabile partire da casa, e tornarci, sempre e solo in sella alla propria bici: per fare le vacanze in bicicletta può andare benissimo anche scegliere una destinazione e poi seguire questi 5 semplici consigli

Scegli l’itinerario

A meno che tu non sia un cicloturista abituale, è meglio non avventurarsi su percorsi sconosciuti. Per cui come prima cosa è importante scegliere l’itinerario, o gli itinerari, che si vogliono fare durante una vacanza in bicicletta. Distanze, dislivelli, presenza di strutture lungo il percorso per riposarsi, rifocillarsi o chiedere assistenza in caso di guasto alla bici, e ancora tempi di percorrenza e meteo prevedibile in quel periodo sono tutte informazioni utili da sapere prima di partire, non da scoprire all’ultimo momento.

Organizzare i pernottamenti

Fare una vacanza in bicicletta o con la bicicletta significa anche organizzare i pernottamenti. Non tutti gli hotel o qualsiasi altra struttura ricettiva hanno infatti la possibilità di mettere al sicuro la bicicletta, eventualmente di lavarla, o di fare piccoli interventi di manutenzione. E sicuramente non è il caso di puntare a trovare un posto dove dormire quando si arriva in bicicletta con le gambe stanche e il desiderio di una doccia. Per cui, prima di una vacanza in bicicletta, è bene aver previsto con cura tutti i pernottamenti.

Fare il check up della bicicletta

Non c’è niente di peggio che trovarsi con un inconveniente meccanico lontano da casa. Quindi prima di partire è importante, e sufficiente, un rapido e preciso check-up alla bici: controllo degli pneumatici, sia per usura che per gonfiaggio, pulizia e oliaggio della catena e dll’eventuale cambio, serraggio delle viti di manubrio, sella e mozzi delle ruote, controllo delle luci anteriore e posteriore (la sicurezza non è mai troppa!) e si è pronti per partire.

Preparare il bagaglio

Una vacanza in bicicletta significa anche ottimizzare il bagaglio: esistono pratici zaini da ciclisti, o comode borse laterali da mettere sui portapacchi anteriore o posteriore, insieme a borsette sottosella o da attaccare al telaio della bici. Qualunque sia la scelta, è chiaro che occorre pensare bene a ciò che si porta con sé, puntando su funzionalità e leggerezza: quando si pedala serve abbigliamento tecnico, traspirante e, nel caso, antipioggia; ma servono anche indumenti comodi e pratici per il relax quando si arriva a destinazione. Il tutto da mettere nelle borse da bici o nello zaino con estrema attenzione alla distribuzione dei pesi.

Organizzare gli spostamenti

Infine si tratta anche di organizzare gli spostamenti: vuoi perché occorre arrivare alla meta delle vacanze, vuoi perché ci sono tratti che si preferisce non fare in sella alla bicicletta, è importante preparare per tempo gli spostamenti. Ormai tutte le compagnie aeree permettono di trasportare le bici, purché opportunamente inserite nelle specifiche borse da trasporto; le bici si possono caricare anche sui treni, spesso pagando un sovrapprezzo rispetto al normale tagliando di viaggio; infine anche molte compagnie di autobus, sia locali che a lunga percorrenza, consentono di trasportare la bici nella stiva o negli appositi portabiciclette esterni, spesso con l’unico vincolo di comunicarlo al momento dell’acquisto del biglietto.