La vita è più bella se osservata dal bordo di un lago. Per qualche strano motivo infatti le placide onde che si frangono dolcemente verso terra hanno il potere di calmare l’animo, rilassare lo spirito, ricaricare la mente e far sembrare come se il tempo non scorresse affatto. E allora, escluse le nostre perle – il lago di Como, il lago Maggiore, il lago di Garda e una perla come il lago d’Orta – ecco 8 bellissimi laghi, dalla Finlandia alla Croazia, dalla Spagna alla Polonia, dove passare una vacanza fuori dall’Italia, nella vecchia, cara Europa.

I laghi più belli dove passare una vacanza

Lago di Ginevra

O per meglio dire Lago Lemano, è il più grande specchio d’acqua della Svizzera, una grande mezzaluna attraversata dal Rodano ideale per romantiche crociere con le Alpi sullo sfondo, attività sportive, rilassanti pomeriggi in spiaggia e visite a borghi medievali come Yvoire o l’elegante Ginevra, alla scoperta dei suoi musei di arte moderna e contemporanea.

Lago di Costanza

Svizzeri, tedeschi e austriaci lo chiamano Bodensee: il lago lambisce i 3 paesi, e ne costituisce il punto di contatto, ed è amatissimo da tutti per la piacevolezza del clima, che lo rende meta preferita per le vacanze, il contesto naturalistico, con boschi e piccoli borghi che ne costeggiano le coste, e la possibilità di lunghe escursioni in bicicletta a bordo lago, fino al percorso circolare completo di ben 250 km, magari da fare a tappe soggiornando di volta in volta in una diversa gasthaus.

Lago di Bled

Bled è un’autentica perla alpina, e il suo è indubbiamente uno dei laghi più belli al mondo, una cartolina deliziosa con al centro l’isolotto con la Chiesa dell’Assunzione. Un luogo perfetto per rilassarsi, per fare lunghe passeggiate nel verde, dove abbassare i ritmi e godere delle numerose Spa che si trovano nella cittadina e da cui magari fare una puntata a Lubiana per una serata un po’ più movimentata.

Laghi Masuri

I laghi Masuri forse riecheggiano nella memoria di qualcuno per l’omonima, importante battaglia della Prima Guerra Mondiale. Ma soprattutto i laghi, tra cui i due più estesi di di Śniardwy e di Mamry, sono una delle meraviglie meno note d’Europa. È una zona a fortissima vocazione naturalistica, con grandi boschi e paludi dove vivono allo stato brado alci e altri animali selvaggi, e dove fuggire per fare un balzo indietro nel tempo.

Lago Nasijarvi

La Finlandia è la terra dei laghi, e non c’è che l’imbarazzo della scelta, ma quelli urbani sono uno spettacolo nello spettacolo, come nel caso di Tampere, all’incontro dei laghi Nasijarvi e Pyhajarvi e delle Tammerkoski Rapids, un caleidoscopio di schizzi e spruzzi. Un buon punto di partenza per scoprire il fascino del grande nord, soprattutto nella bella stagione.

Lago di Vrana

Si pensa alla Croazia e viene subito in mente il mare e la sua bellissima costa. Eppure basta spingersi un poco all’interno per trovare meraviglie della natura come il lago di Vrana, una trentina di km a sud di Zara e separato dall’Adriatico da una striscia di poco meno di 2 km di terra. Perfetto per una fuga rilassante dall’affolamento delle località di mare intorno a Biograd.

Loch Ness

Celeberrimo per il suo presunto mostro, Loch Ness è anche, se non soprattutto, uno spettacolo della natura e uno dei laghi più belli di tutta la Scozia: perfetto per una vacanza in un cottage riparato, ovviamente per l’immancabile crociera alla ricerca del mostro, ma anche per un vero viaggio galleggiante lungo il Canale di Caledonia.

Lagoa das Sete Cidades

Il Portogallo non è celebre per i suoi laghi, e però basta volare alle Azzorre per trovare un’autentica meraviglia della natura: di laghi gemelli ce ne sono molti, ma come questo, due laghi che occupano la stessa caldera di origine vulcanica nella parte occidentale di Sao Miguel, ce ne sono davvero pochi al mondo.