Venezia è unica, e non esistono città che sembrano Venezia. Però se amate i canali, le città che si specchiano nell’acqua, passeggiare su strade dove non passano auto (o ne passano davvero poche) e vivere atmosfere che in pochi, privilegiati, luoghi al mondo si possono vivere, allora ci sono alcune città europee che possono fare al caso nostro.

Bruges

Canali intricati, edifici del XV secolo e campanili in una delle città più colorate d’Europa: questa è Bruges, una delle città più ricche e fiorenti del medioevo, oggi patrimonio UNESCO ma soprattutto vivace centro culturale con numerosi musei, tour guidati su battello che permettono di scoprire angoli e scorci altrimenti inaccessibili, birrerie molto interessanti e una offerta culinaria tra le più affascinanti d’Europa.

Copenaghen

Copenaghen è conosciuta soprattutto per la Sirenetta, ma il canale di Nyhavn, e tutta la zona che la circonda e che ne rappresenta l’anima storica e più antica, è un reticolo di canali su cui affacciano casette colorate. Le botteghe di un tempo, anche quelle in cui sbarcavano i marinai che avevano passato mesi in mare, sono oggi simpatici ristoranti, negozietti di charme e localini pieni d’atmosfera da visitare con molto relax.

Annecy

La “Perla delle Alpi francesi”, sull’omonimo lago e con dietro le montagne, è un piccolo centro che ha preservato l’impronta del passato, compresi i canali lungo i quali affacciano le casettine dai colori pastello, i localini dove rilassarsi la sera e i ristoranti dove assaggiare la cucina savoiarda. La cosa interessante è che Annecy in estate è tutto un brulicare di attività ed eventi che la rendono godibile e amabile, mentre in inverno si trasforma in una delle capitali delle attività alpine, ammantata di neve e popolata dei suoi appassionati.

Stoccolma

14 isole, 50 ponti, innumerevoli canali: questa è la capitale svedese, con la sua architettura del XIII secolo che si mischia con quella moderna dallo stile inconfondibile. Il clima che si respira è rispettoso ma anche eccitante, la storia si mischia con la modernità, la città è una perfetta meta gourmet per i più curiosi e sarebbe buona cosa conoscerne sia il lato estivo, soleggiato e ricco di colori, che quello invernale, innevato e con le calotte di ghiaccio che ne popolano i canali.

San Pietroburgo

Anche la seconda città russa è stata fondata sulle paludi e sulla visione modernizzatrice dello zar Pietro il Grande: centinaia di km di fiumi e canali, stupendi edifici Settecenteschi, spesso di impronta italiana, le vedute mozzafiato del Palazzo d’Inverno dall’omonimo canale e un’atmosfera godibile che non ha eguali in Russia, nemmeno nella più importante Mosca, fanno di San Pietroburgo una meta imperdibile per qualunque viaggiatore.

Utrecht

Utrecht è il cuore dell’Olanda, con il suo centro storico che ruota attorno alla Torre del Duomo e un reticolo di stradine pedonali e innumerevoli canali sui cui affacciano cantine, ristoranti e gallerie d’arte. Una piccola gemma, meno nota di Amsterdam, che ma vela senza dubbio la pena di visitare.