Gli Uffizi di Firenze, o per meglio dire la Galleria degli Uffizi, è uno dei più importanti musei al mondo. Nella Galleria delle Statue e delle Pitture, nel Corridoio Vasariano e nelle collezioni di Palazzo Pitti sono racchiusi alcuni dei più grandi capolavori della storia dell’arte mondiale di ogni tempo. Motivo per cui, lo scorso anno 2018, oltre 4 milioni di visitatori hanno acquistato un biglietto d’ingresso, facendo risultare il museo fiorentino il primo in Italia per numero di visitatori.

Le nuove sale degli Uffizi di Firenze

E però un museo non è uno spazio sempre uguale a se stesso, e anzi è proprio nella sua capacità di rinnovarsi e stare al passo con i tempi che si trova il modo di valorizzare al meglio le collezioni ed è così che agli Uffizi hanno aperto 14 nuove sale che ora permettono di ammirare altri 105 capolavori del Cinquecento veneto e toscano. Se già prima un buon motivo per andare a Firenze erano la Venere e la Primavera del Botticelli, la Maestà di Cimabue o il Tondo Doni di Michelangelo, ora c’è un nuovo un museo dentro al museo, 1100 metri quadri in più in cui finalmente trovano spazio capolavori che prima erano costretti nei depositi degli Uffizi: tornano finalmente agli occhi dei visitatori la Caduta degli angeli ribelli di Andrea Commodi, la Madonna del Popolo di Federico Barocci ma anche le opere di Lorenzo Lotto, i ritratti del Bronzino, dipinti del, Tintoretto e soprattutto Tiziano, con la bellissima Venere di Urbino.