Le più belle biblioteche d’Europa possono essere un interessante spunto per un city break lontano da casa. Del resto ormai il turismo tematico è il trend più forte nel settore dei viaggi, e tra gourmet, shopping, beer & wine c’è chi coltiva la propria passione con visite mirate a particolari quartieri, monumenti o musei in giro per il mondo. E sì, ci sono anche gli appassionati di biblio-tour, viaggi alla scoperta di biblioteche antiche e moderne che sono di più, spesso molto di più, di un semplice luogo pieno di libri. Palazzi antichi, nuovi edifici di design, capolavori dell’architettura antica o contemporanea ospitano oggi alcune tra le più importanti biblioteche pubbliche e private del mondo, e ce ne sono alcune davvero da non perdere.

Le 5 biblioteche moderne più belle d’Europa

Central library Oodi – Helsinki, Finlandia

Nuovissima, futuristica e imponente: la biblioteca Central Oodi Library di Helsinki è stata inaugurata nel 2018, è completamente in vetro e legno in perfetto stile architettura finlandese, ed è perfetta per una foto su Instagram, una pausa di relax nei suoi accoglienti spazi o partecipare a eventi culturali.

Stadtbibliothek am Mailänder Platz – Stoccarda, Germania

Anche questa nuovissima, firmata nel 2011 dall’architetto coreano Eun Young Yi in stile minimal che più minimal non si può: la Stadtbibliothek am Mailänder Platz di Stoccarda è un grande cubo esterno, il bianco che domina gli interni, le scale a spirale e una superficie di oltre 20mila metri quadri in cui leggere, guardare, ammirare.

Wirtschaftsuniversität Bibliothek – Vienna, Austria

A Vienna varrebbe la pena visitare anche la biblioteca nazionale in stile barocco, ma questa Wirtschaftsuniversität Bibliothek, la biblioteca della facoltà di economia a due passi dal Danubio, è qualcosa di davvero stupefacente. Un edificio di fine Ottocento rivisto da Zaha Hadid dopo un rovinoso incendio, in stile davvero avveniristico, con i grandi finestroni che sembrano quelli di un’astronave e gli interni sinuosi e ipnotici. Imperdibile.

Biblioteca Reale – Copenhagen, Danimarca

Il “Diamante nero”, o una specie di monolite caduto nel centro storico della capitale danese: la costruzione risale alla fine degli anni Novanta, e quindi siamo già nello stile Neo-Moderno, usato per ampliare la vecchia biblioteca costruendo un cubo di granito nero e vetro che cattura l’attenzione e all’interno si trasforma in linee morbide e ambienti ovattati. La chicca? Godersi un evento sulla bellissima terrazza, specialmente nei giorni d’estate.

Warsaw University Library – Varsavia, Polonia

Altra biblioteca universitaria, altra biblioteca inaugurata al tramonto dello scorso millennio, altra biblioteca che è un ampliamento della vecchia sede Ottocentesca: la Warsaw University Library è nel cuore della capitale polacca, stupisce per i suoi colori sgargianti e anticonformisti, l’uso della vegetazione sulle pareti laterali, i 4 giardini sulla grande terrazza e l’uso di materiali inaspettati come il rame.

Credits photo: Flickr CC Andrew Seles