Chi l’ha detto che in montagna d’inverno si va solo per sciare? Grazie alle escursioni con le ciaspole, gli amanti della neve e della natura incontaminata che non praticano lo sci potranno godere al massimo dei panorami montani a costo zero. Le racchette da neve, infatti, permettono di risparmiare sui costi degli impianti e delle piste, sempre più onerosi per gli sciatori. Ti avvisiamo: camminare nella neve soffice e respirare l’aria pura ad alta quota possono creare dipendenza. Ecco quattro itinerari da fare con le ciaspole sulle Alpi per innamorarsi della montagna. 

Ciaspolata in Alta Val Pusteria sulle Tre Cime di Lavaredo

Le Tre Cime di Lavaredo sono uno dei paesaggi montani più amati in Italia, e poterle ammirare sulle ciaspole è un’esperienza indimenticabile. Punto di partenza della ciaspolata è il Rifugio Fondo Valle a Sesto, nella selvaggia e romantica Alta Pusteria. Da qui si raggiunge il Rifugio Locatelli a 2400 m di altezza attraverso l’altipiano sotto il Sasso di Sesto, grazie a un percorso di 6 chilometri percorribile in circa 3 ore e mezzo. L’escursione è accompagnata da una splendida e ampia vista sulle Tre Cime di Lavaredo: preparati a restare letteralmente senza fiato. 

Giro dell’Imperatrice con le ciaspole a Madonna di Campiglio

Il Giro dell’Imperatrice è un classico percorso di trekking in Val Rendena adatto anche per le ciaspolate. Per tutto l’Ottocento l’area di Madonna di Campiglio fu località di villeggiatura privilegiata dei reali d’Asburgo, tra cui la celebre Principessa Sissi (da cui l’itinerario prende il nome). 

Punto di partenza dell’escursione è il Rifugio Boch, da cui si raggiunge il Lago Spinale, un piccolo specchio d’acqua incorniciato dai sublimi panorami delle Dolomiti del Brenta. Una volta giunti al Monte Spinale si scende per il sentiero che porta a Madonna di Campiglio: lungo il percorso è possibile ammirare il “Sasso di Sissi” o Piazza Imperatrice, ovvero il luogo prediletto dalla Principessa per contemplare lo scenario alpino. Da qui si può completare la discesa fino a Madonna di Campiglio o proseguire risalendo verso il rifugio Graffer. 

Stai progettando una vacanza invernale a Madonna di Campiglio? Raggiungila in autobus da Milano in tutta comodità con biglietti a partire da 9,90€.

Sulle ciaspole in Val Seriana

Le Alpi Orobie sono una meta ideale per i milanesi che vogliono dedicarsi alle ciaspolate senza allontanarsi troppo dalla città. Siamo a Zambla Alta, in provincia di Bergamo: l’itinerario da percorrere sulle racchette da neve parte dalla località la Plassa, a 1150 m. Lasciata l’auto, si sale seguendo il sentiero n. 221 fino al rifugio Capanna 2000 (1982 m), ai piedi del massiccio del Monte Arera. Una posizione ideale per ammirare l’incantevole panorama della Val Seriana. 

Non lontano si trova anche la Presolana, con altri affascinanti itinerari per ciaspolate. 

Da Grostè to Cima Roma, ciaspolando sulle Dolomiti

Le Dolomiti sulle ciaspole sono una visione magica: per assaporare il loro incantesimo puoi percorrere l’itinerario che porta dalla cabinovia Grostè a Cima Rosa.

Mentre ci si spinge verso il passo del Grostè, le voci degli sciatori si spengono in lontananza e si rimane soli nel silenzio immenso della neve. A dominare la vista è la Cima Grostè, che domina come una sentinella la conca soleggiata. Al termine del pianoro, un tratto di salita conduce fino alla sommità di Cima Roma, da cui ammirare un meraviglioso panorama sulle Dolomiti di Brenta e il lago di Molveno, un gioiello blu incastonato nella neve.