Paesi e città abbandonate ispirano un fascino speciale. Tra i loro vicoli silenziosi, le facciate coperte di edera e le pareti sventrate rimangono le storie di coloro che li hanno abitati. Oggi i borghi fantasma in Italia attirano un nutrito flusso di persone ansiose di catturare la loro atmosfera. In questa guida ti consigliamo i più belli da visitare su e giù per lo Stivale. 

1. Civita di Bagnoregio, Lazio

“La città che muore” del Lazio è forse il borgo fantasma per eccellenza. La sua fama, tuttavia, lo ha reso tutt’altro che deserto. Ogni giorno autobus carichi di turisti si fermano a Civita di Bagnoregio per perdersi nei vicoletti del centro abitato e rifocillarsi in uno dei suoi ristoranti tipici. 

La ragione dello spopolamento di questo borgo è dovuta alla sua posizione: Civita si trova infatti su una collina di tufo soggetta a una progressiva erosione. 

2. Craco, Basilicata

A svuotare Crato in Basilicata sono stati emigrazioni, inondazioni e terremoti. Fenomeni sociali e naturali che hanno condotto al completo spopolamento del borgo intorno al 1980. A portare questo gioiello architettonico di nuovo sotto i riflettori è stata l’industria cinematografica con il capolavoro di Mel Gibson “La passione di Cristo”. Altri film girati qui sono stati “Quantum of Solace”, 22esimo capitolo della saga di 007, e la commedia di Rocco Papaleo “Basilicata Coast to Coast”

3. Bussana Vecchia, Liguria

Questo borgo ligure è tornato a rivivere dopo anni di abbandono. Spopolatosi nel 1887 in seguito a un terremoto, nella seconda metà del Novecento Bussana Vecchia è diventato il centro di una comunità di artisti. Oggi conta circa settanta residenti, ristorantini e botteghe che attirano ogni giorno frotte di visitatori. 

4. Ninfa, Lazio

L’antica città laziale di Ninfa è un altro esempio di eccellente recupero. Abbandonato a metà del 1600, il centro fu riscoperto a partire dal 1920 dalla famiglia Caetani, che lo trasformò in un lussureggiante giardino. Nel parco, tra laghetti, alberi e piante fiorite, sono disseminate le rovine dell’antica Ninfa: grazie a questo fascino il giardino viene considerato uno dei più romantici al mondo. 

5. Poggioreale, Sicilia

Spostiamoci in Sicilia alla scoperta dell’antica città di Poggioreale, distrutta da un terremoto nel 1968. Il centro è stato ricostruito poco distante, ma i resti dell’insediamento originario sono ancora visitabili. Il pittore Guido Irosa lo ha fotografato in una trentina di tele, dal 2000 al 2005. 

6. Rocca Calascio, Abruzzo

Rocca Calascio è una spettacolare fortezza di origini medievali a 1460 metri d’altezza, nel Parco Nazionale del Gran Sasso. Il castello fu distrutto da un forte terremoto nel 1703, insieme al borgo sottostante, e la popolazione trovò rifugio a valle. Alcuni celebri film, come “Ladyhawke” e “Il nome della rosa”, hanno contribuito alla rinnovata fama di questa fortezza fantasma. Nel 2019 Rocca Calascio è stata inserita dal National Geographic nella lista dei quindici castelli più belli al mondo. 

Ami viaggiare? Continua a seguire Autostradale per scoprire le migliori destinazioni per le tue vacanze in Italia e le nostre tratte estive e invernali